Zafferano (Crocus satìvus) – Proprietà curative e utilizzo in erboristeria

zafferano_Crocus_vernusIl Crocus satìvus appartiene alla famiglia delle Vitacee. Questa pianta era nota già in tempi antichi e veniva coltivata proprio per scopo me­dicinale; molte sono le citazioni che si fanno sullo zafferano in scritti famosi dai quali si conosce che si utilizzava come digestivo, stimolan­te, emmenagogo.

Fin qui niente di strano, dato che queste proprietà gli sono state tutt’ oggi riconosciute alla luce delle recenti ricerche scientifiche; ma, soprattutto ai tempi medievali, veniva usato davvero per le affezioni più disparate e, in un periodo come quello di streghe e magia, si vole­va guarire ogni male con lo zafferano.

Oggi, la polvere ottenuta dai suoi stig­mi viene commercializzata soprattut­to per uso culinario; purtroppo spesso viene falsificata; il motivo è presto chiaro: per ottenere un chilo di polve­re occorrono circa centotrentamila fiori!

Si tratta di pianta erbacea perenne, provvista di bulbo-tubero arrotonda­to, rivestito da tuniche fibrose; i fiori sono grandi, in genere due per ogni as­se fiorifero. Le foglie si sviluppano do­po i fiori e sono strette, lanceolate, lunghe perfino trenta centimetri. Il fratto è una cassula a tre logge, ricca di semi.

Utilizzi curativi in fitoterapia

Appetito: si utilizzi giornalmente per aromatizzare le vivande

Leucorrea: si lasci in infusione in mezzo litro d’acqua bollente per dieci minuti, un grammo di polvere; si bevano due tazze al giorno dell’in­fuso così ottenuto

Mestruazioni: si lasci in infusione in mezzo litro d’acqua bollente per dieci minuti, un grammo di polvere; si bevano due tazze al giorno dell’in­fuso così ottenuto.

Tosse: si mettano cinque grammi di zafferano in mezzo litro d’ac­qua; si aggiungano duecentocinquanta grammi di zucchero e si faccia bollire il tutto fino ad ottenere uno sciroppo omogeneo; prendere tre cucchiai da minestra di tale preparato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*