Betulla (Betula alba) – Principi attivi e curativi

betullaIl nome scientifico della betulla è Betula alba. Appartenente alla famiglia delle Betulacee, questo albero ha un aspetto elegante parti­colarmente evidente. Le origini della betulla sono molto antiche; da sempre si sono sfruttati i suoi legni e la sua corteccia in mille modi diversi; in campo terapeutico, in particolare, se ne apprezzano le pro­prietà depurative, antisettiche e diuretiche.

Alta fino a più di venti metri, la betulla è un albero che presenta un tronco lungo, coperto da una corteccia liscia color biancastro, che con il passare del tempo si screpola.… continua a leggere

Ciliegio selvatico (Prunus avium)

ciliegioIl ciliegio preso da noi in considerazio­ne è scientificamente chiamato Prunus avium, detto in gergo “ciliegia bisciolina”.

Appartenente alla famiglia delle Rosacee, questo albero ha dato vita a numerose varietà ottenute per ibridazione. Si trova allo stato spon­taneo nei boschi; è molto longevo ed i suoi frutti, piccoli e scurì, si presta­no alla preparazione di marmellate, ma sono ottimi anche freschi.… continua a leggere

Camedrio (Teucrium chamaedrys)

camedrioIl Teucrium chamaedrys, conosciu­to anche come “querciolo”, appartie­ne alla famiglia delle Labiate.

Già in tempi antichi, il camedrio ve­niva utilizzato in medicina, in quanto gli si attribuivano proprietà febbrifu­ghe e digestive.

In effetti questa pianta costituisce la base di preparati digestivi, che favoriscono la funzionalità epatica e bilia­re, e inoltre si è scoperto essere anche od buon cicatrizzante, antisettico e un ottimo ipolipemizzante: in pratica, grazie alla presenza di particolari sostanze, favorisce lo smaltimento dei grassi e, abbinato ad un regime die­tetico ipocalorico, ha dato favolosi risultati come dimagrante.… continua a leggere

Quercia Marina (Fucus vesciculosus)

quercia-marinaQuesta alga, appartenente alla famiglia delle Fucacee, viene scientificamente chiamata Fucus vesciculosus; il ter­mine “vesciculosus” deriva dal fatto che i suoi talli (il “tallo” in un’alga è l’equivalente di radici, fusto e foglie) sono cosparsi di vescichette d’aria, che permettono il galleggiamento. Detta comunemente “fucus”, questa alga si trova sulle rocce dei mari atlantici del­l’Europa settentrionale, dove forma degli ammassi di oltre quindici centimetri di spessore.… continua a leggere