Quercia Marina (Fucus vesciculosus)

quercia-marinaQuesta alga, appartenente alla famiglia delle Fucacee, viene scientificamente chiamata Fucus vesciculosus; il ter­mine “vesciculosus” deriva dal fatto che i suoi talli (il “tallo” in un’alga è l’equivalente di radici, fusto e foglie) sono cosparsi di vescichette d’aria, che permettono il galleggiamento. Detta comunemente “fucus”, questa alga si trova sulle rocce dei mari atlantici del­l’Europa settentrionale, dove forma degli ammassi di oltre quindici centimetri di spessore.

La caratteristica del fucus è quella di essere ricco di iodio; questo fatto lo rende un attivatore tiroideo e, in quanto tale, produce uno smaltimento dei grassi migliore e mag­giore.

Viene dunque utilizzato in caso di obesità o nei trattamenti anticellulitici, sia per uso interno che per uso esterno. È peraltro sconsigliabi­le il suo uso in tutte quelle persone che abbiano dei problemi alla ghiandola tiroidea.

La quercia marina raggiunge il metro di lunghezza; è di color bruno, con tallo piatto e provvisto di numerose vescicole piene d’aria. Alle estremità dei rami del tallo, vi sono delle cavità, i concettaceli, dove si trovano gli elementi maschili o quelli femminili; quando i concetta­celi si smembrano, si ha la liberazione di tali elementi e la loro fusio­ne nell’acqua, con immediata germinazione.

Anticamente il fucus veniva usato per varie malattie della pelle.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*