Prezzemolo (Petroselinum sativum Hoffm)

prezzemoloIl Petroselinum sativum Hoffm. appar­tiene alla famiglia delle Ombrellifere ed è conosciuto anche come “erbetta”.

Coltivato fin dai tempi dell’antica Ro­ma , il prezzemolo veniva utilizzato esclusivamente per scopo medicinale; infatti, se in quantità troppo elevate può essere estremamente nocivo e tossico.

In giuste dosi si possono sfruttare le sue numerose qualità: la presenza di gran­de quantità di vitamine lo rende insostituibile come integratore alimen­tare; in più ha un’azione benefica sul fegato, favorendo la depurazione del­l’ organismo; facilita la digestione, combatte l’anemia, aumenta il flusso mestruale e per uso esterno risulta assai utile in impacchi e lozioni contro macchie e lentiggini, per nutrire le pelli secche.

Importante è la sua utilizzazione a crudo.

Utilizzi in medicina

Anemia: risulta utile come integratore alimentare a crudo, nella dose di dieci grammi al giorno.

Pelle : si lascino quaranta grammi di foglie in mezzo litro d’ac­qua bollente per dieci minuti; si filtri e si utilizzi come sopra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*