Eucalipto (Eucalyptus globulus Labill) proprietà fitoterapiche

EucaliptoScientificamente chiamato Eucalyptus globulus Labill, l’eucalipto appartiene alla famiglia delle Mirtacee.

Le varietà di eucalipto esistenti sono moltissime di cui alcune acclimatate nelle regioni mediterranee; sono albe­ri alti (nei loro territori d’origine pos­sono raggiungere dimensioni maesto­se), le cui foglie sprigionano un’essenza caratteristica, l’eucaliptolo, che rie­sce ad allontanare gli insetti.

E’ proprio questa essenza che viene sfruttata in fitoterapia; rientra nella composizione di numerosi prodotti far­maceutici come dentifrici, colluttori, caramelle, e via dicendo. In effetti, l’eucalipto ha proprietà antisettiche, battericide, astringen­ti, digestive, balsamiche, e si dimostra estremamente utile a calma­re la tosse, facilitando l’espettorazione, come disinfettante della pelle nella cura di ferite e piaghe ed un tempo, quando non esistevano an­cora i moderni disinfettanti ambientali, si facevano bruciare nei bracieri le foglie sfruttandone così le qualità battericide ed anti­settiche.

Come già accennato l’eucalipto è un albero che raggiunge i trenta me­tri circa d’altezza; il suo tronco dritto è rivestito da una corteccia li­scia, color grigiastro; le foglie dell’albero adulto sono lunghe, appuntite, a forma di falce, peduncolate, color verde-grigiastro; quelle dell’albe­ro giovane sono più larghe, prive di picciolo, opposte. I fiori si presentano tra maggio e luglio; sono di color biancastro, privi di petali ma provvisti di numerosi stami; il frutto è una capsula dura, legnosa piena di piccoli semi.

Preparazioni terapeutiche: infusi ed inalazioni

Sinusite: si facciano dei “suffumigi” su acqua bollente in cui siano state messe foglie di eucalipto (sessanta grammi di foglie per litro d’ac­qua); si ripeta tale operazione almeno due volte al giorno.

Tosse: si lascino in mezzo litro d’acqua bollente per venti minuti quindici grammi di foglie; si filtri e si bevano due tazze al giorno di detto infuso.

Ferite: si lascino in mezzo litro d’acqua bollente, quaranta gram­mi di toglie per quindici minuti; si filtri e si lavi con questo infuso la ferita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*