Caprifoglio (Lonicera periclymenum)

caprifolgioScientificamente chiamato Lonicera periclymenum, questo arbusto appar­tenente alla famiglia delle Caprifofiacee, viene detto anche “abbraccia­boschi”. Questa denominazione è dovuta al suo portamento rampicante, cie lo porta ad “abbracciare” strettamente ogni sostegno gli sia vicino. Del resto lo stesso nome scientifico deriva dal termine greco, “perecleio”, che sanifica “mi attacco”; abbiamo quindi inquadrato l’aspetto generico del caprifoglio.

Già ai tempo degli antichi Egizi, si era capito che questa pianta aveva delle qualità medicinali e se ne utilizzavano i rametti.

Effettivamente le sua proprietà antisettiche, astringenti, diuretiche, sfruttate, anche se si è dimostrato che a questo scopo risultano utili le ioglie ed i fiori, dopo essiccazione.

Si tratta di un arbusto rampicante come abbiamo già detto, che raggiunge i quattro metri di altezza circa. Le me foglie sono brevemente picciolate, ovali, di colore più chiaro sulla lamina inferiore; i fiori, che si presentano nel periodo estivo, sono di color giallo-avorio, striati di rosso, piacevolmente profumati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*