Liquirizia (Glycyrrhiza glabra)

liquiriziaIl nome scientifico di questa pianta è Glycyrrhiza glabra ed appartiene al­la famiglia delle Leguminose. Le pri­me testimonianze dell’uso della liqui­rizia in medicina risalgono all’antico Egitto; Teofrasto, scienziato greco vis­suto intorno al 300 a. C , ne consigliava l’uso per guarire l’asma e le ulcere.

Da qualche anno, poi, si è scoperta la sua azione benefica su pazienti affetti da ulcera gastrica, tanto che da que­sta pianta è stata estratta una sostan­za necessaria per la sintesi di farmaci antiulcera Ma l’utilizzazione della li­quirizia a forti dosi, ha provocato forti rialzi pressori, si è visto, infatti, che contiene una sostanza impertensiva, che è stata eliminata dai composti in commercio.

La liquirizia si trova nell’Italia centro-meridionale ed isole fino a circa mille metri.

Raggiunge il metro di altezza ed il suo fusto è eretto e stirato, con foglie picciolate, formate da numerose foglioline. I fori di color blu o lilla, si presentano nel periodo di giugno-luglio, riuniti in  spighe in­serite all’ascella delle foglie.

Il frutto è un legume appiattito, contenente semi scuri, Il fusto sotterraneo, rizoma, termina con una radice molto suddivisa.

la fitoterapia vengono utilizzati sia il rizoma che la radice essic­cati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*