Uva Ursina (Arctostaphylos uva-ursi)

uva_ursiDetta anche “uva dell’orso”, l’uva ursina è scientificamente chiama­ta Arctostaphylos uva-ursi , ed appartiene alla famiglia delle Eriacce.

E una pianta che predilige i terreni secchi, ombrosi e sassosi di mon­tagna, dove i tuoi fusti striscianti danno vita a folte macchie. Viene anche detta uva deU’orso, perché produce dei frutti di cui questo ani­male a molto ghiotto; dal punto di vista terapeutico le foglie sono la parte della pianta utilizzata.… continua a leggere

Parietaria (Parietaria officinalis)

parietaria1Scientificamente detta Parietaria officinalis, la parietaria è una pianta appartenente alla famiglia delle Urticacee; è ben conosciuta come “Erba murale” grazie al fatto che si ritrova tra le anfrattuosita dei vecchi muri, op­pure come “erba vetriola”, visto che con le sue foglie si pulivano i vetri.

Le testimonianze più chiare ed atten­dibili sull’uso della parietaria come pianta medicinale, risalgono al I seco­lo, grazie a degli scritti di Plinio; ma si ritiene che già da tempo le sue qua­lità fossero conosciute e sfruttate.

continua a leggere

Mirtillo (Vaccinium myrtillus) usi e proprietà mediche

mirtilloAppartenente alla famtgfia delle Ericacce, il mirtillo è scientificamente detto Vaccinium myrtillus. E’ pianta tipicamente “montanara”, prediligendo le foreste dai terreni silicei dove si tirovano fittissime macchie di questo cespuglio

Il suo frutto è molto ricco di vitamine A e C, oltre che ai tannini, sali minerali, pigmenti antocianici. con queste bacche si preparano marmellate e gelatine, ma il loro gusto viene ben apprezzato anche al naturale.… continua a leggere

Gramigna (Agropyrum repens)

gramignaIl  nome scientifico di questa pianta appartenente alla famiglia della Graminacee, è quello di Agropurum repens ; il primo di que­sti due termini, “agropyrum”, deriva dal greco e vuol dire grano dei campi, proprio per la somiglianza fra la gramigna e il frumento. Que­sta pianta è sempre stata considerata, e lo è tuttora, infestante; effet­tivamente attecchisce ovunque, fissandosi con le sue radici avvolgenti, ben saldamente; invade terreni coltivati, giardini, orti, aiuole, e spunta prepotentemente anche fra sassi e ce­mento.

continua a leggere