Eufrasia (Eupbrusia officinalis)

Eupbrusia officinalisLa Eupbrusia officinalis. appartiene alla famiglia delle Scrofulariacee ed è conosciuta anche come “spezza- occhiali”. Questo soprannome deriva dal fatto che le sue proprietà maggiori sono proprio quelle sfiammanti e cal­manti nei confronti degli occhi irrita­ti, stanchi, lacrimanti.

Le varietà di Euphrasia sono tante, molte di origine tropicale; in Italia allo stato spontaneo si ritrova quella officinale. Oltre che rientrare nella preparazione di molti colliri e bagni oculari, questa pianta viene utilizzata nella preparazione di prodotti utili nell’alleviare l’eccessiva secrezione nasale o di colluttori per faringiti e laringiti; comunque il suo uso è esclusivamente esterno.… continua a leggere

Equiseto (Equisetum arvense)

equisetumIl nome scientifico dell’equiseto è Equisetum arvense, ma è conosciutissimo come “coda cavallina”. Que­sta pianta, come ad esempio la fel­ce, ha sì radici, ma non ha né fiori né semi. Ma allora, come si riproduce? Attra­verso spore, disposte in appositi sporangi raggruppati in una specie di pannocchia terminale.

Un’altra caratteristica della coda caval­lina è quella di presentare due diversi fusti che si susseguono in due diversi periodi; il primo spunta in primavera:  è rossastro, privo di clorofilla, piuttosto corto e munito, nella parte terminale superiore, della spiga con le spore; quando il compito ripro­duttivo è stato compiuto e le spore si sono riversate nel terreno, que­sto fusto avvizzisce.… continua a leggere

Eucalipto (Eucalyptus globulus Labill) proprietà fitoterapiche

EucaliptoScientificamente chiamato Eucalyptus globulus Labill, l’eucalipto appartiene alla famiglia delle Mirtacee.

Le varietà di eucalipto esistenti sono moltissime di cui alcune acclimatate nelle regioni mediterranee; sono albe­ri alti (nei loro territori d’origine pos­sono raggiungere dimensioni maesto­se), le cui foglie sprigionano un’essenza caratteristica, l’eucaliptolo, che rie­sce ad allontanare gli insetti.

E’ proprio questa essenza che viene sfruttata in fitoterapia; rientra nella composizione di numerosi prodotti far­maceutici come dentifrici, colluttori, caramelle, e via dicendo.

continua a leggere

Edera (Hedera helix)

ederaScientificamente chiamata Hedera helix, l’edera viene detta anche “legaboschl”, per la sua caratteristica di legarsi ad ogni albero che le li trovi accanto.

E una pianta particolarmente esuberante ed invadente, tanto da sof­focare ogni altro tipo di vegetazione laddove si insedia. Appartiene alla famiglia delle Araliacee ed è molto longeva, tanto da raggiungere quattrocento anni; a questa età, si presenta con un fusto grande quanto quello di un albero.

continua a leggere