Bardana (Arctutm lappa)

OLYMPUS DIGITAL CAMERAArctutm lappa è la denominazione scientifica della bardana, che viene comunemente chiamata “erba lappa“,

E’ sempre stata una pianta d’interesse medicinale, fin da tempi antichi, e da sempre è stata usata per moltissime affezioni della pelle, dove risulta particolarmente utile abbinando un’azione antisettica ad una depurativa, utilizzabile quindi sia per via interna che per via esterna.

Mm è una bella pianta, con le sua foglie slargate a i suoi fiori uncinati.

continua a leggere

Artiglio del Diavolo – Proprietà curative in Erboristeria

artiglioIl  nome scientifico di questa pianta è Harpagpohitum ed appartiene alla famiglia delle Pedaliacee. Detto anche “radice di Windhoek”, dal nome della capitale del Namibia, l’artiglio cresce proprio in questo Paese, ai margini del deserto.

E una pianta erbacea, che si sviluppa dopo le piogge, con foglie alter­nate, lobate, all’ascella delle quali sboccia un fiore color rosso-viola; il frutto è legnoso e provvisto di potenti uncini: non a caso il nome della pianta deriva dal termine greco “harpagos” che significa pro­prio “rampino”.… continua a leggere

Agrifoglio (Ilex aquifolium) – Proprietà in erboristeria e malattie curate

ilex-aquifoliumAppartenente alla famiglia delle Aquifoliacee, è conosciuto anche come “lec­cio spinoso”, ma il suo nome scien­tifico è Ilex aquifolium.

L’agrifoglio è una pianta augurale co­nosciutissima, regalata con il vischio per un buon anno nuovo. Ma il nostro interesse è rivolto principalmente alle sue proprietà antispasmodiche, emollienti, toniche, che si possono sfrutta­re utilizzando le foglie e la corteccia dopo essiccazione.

Si tratta di un arbusto che, ove le con­dizioni ambientali siano favorevoli, può superare i dieci metri d’altezza.… continua a leggere

Achillea (Achillea millefolium) – Proprietà e usi in erboristeria

achilleaLa Achillea millefolium , apparte­nente alla famiglia delle Composite, è detta “millefoglie” proprio per le sue foglie particolari, due volte penna­tosette, in parole povere assai frasta­gliate, come composte da mille foglioline.

Questa pianta è conosciuta da millen­ni; si racconta, infatti, che Achille ven­ne a sapere dal suo maestro, il centauro Chirone, dell’esistenza dell’achillea e delle sue virtù medicinali; e da lui la pianta prese il nome.… continua a leggere